25 Giugno 2024

Un Modena battagliero esce con un punto dal “Penzo”: la sfida con il Venezia termina 2-2

0

L'esultanza di Palumbo dopo il 2-2 (foto Modena FC)

Un Modena battagliero esce con un punto dal “Penzo”. La trasferta in terra veneta dei canarini si chiude con il 2-2 ottenuto in casa del Venezia, con un botta e risposta tra le due squadre: avanti i lagunari due volte con Pohjanpalo, gli ospiti agguantano due volte il pari con Gerli e Palumbo.

La prima opportunità è a tinte gialloblu, con Santoro che all’11’ tenta una conclusione dalla distanza, mandando fuori di poco. Minuto 18, prima svolta del match: cross di Busio, Riccio devia con la spalla; inizialmente il signor Marinelli, arbitro della gara, assegna il rigore al Venezia ma poi, su segnalazione del VAR, annulla la propria decisione. Qualche istante più tardi, sugli sviluppi di un angolo, i padroni di casa trovano il gol con Tessmann, ma la rete viene annullata per off-side. La gara scorre fino al 45′, quando vengono assegnati 3′ di recupero: durante l’ultimo minuto di extra-time, viene assegnato rigore ai veneti per un fallo di Battistella su Zampano. Dal dischetto va Pohjanpalo, che non sbaglia e sigla l’1-0 con cui si va a riposo.

In avvio di ripresa, mister Bianco inserisce Magnino per Battistella. I Gialli vanno vicinissimi al pari al 60′, quando Gliozzi tenta una girata in area, mandando palla a lato. Un giro di lancette più tardi arriva il pari ospite: Gerli riceve e calcia dalla distanza, battendo Joronen sul palo lontano. I gialloblu sembrano più in palla e si fanno rivedere anche con Abiuso, che devia a lato su un cross dalla destra, ma al 71′, sugli sviluppi di un corner, è ancora il Venezia a passare avanti, con Pohjanpalo che si ritrova il pallone sui piedi da pochi passi e, con una forte conclusione ravvicinata, batte Seculin per il 2-1. Il Modena non si scompone e perviene subito al pari, con Gliozzi che viene steso da Joronen in area al minuto 76: inizialmente Marinelli non assegna rigore, poi va a rivedere al VAR e decreta il penalty in favore degli ospiti. Dagli undici metri calcia Palumbo, con Joronen che intuisce e respinge, ma il centrocampista canarino è il più lesto di tutti e ribadisce in rete per il 2-2. Nel finale entra anche Tremolada, che rileva Abiuso; poco più tardi, Bianco viene espulso insieme ad un componente della panchina dei lagunari. L’ultima opportunità è per i padroni di casa, che al 95′ sfiorano il colpaccio, con Bjarkason fermato da un miracolo di Seculin, che respinge il tiro ravvicinato. Non accade altro, al triplice fischio è 2-2: il Modena ottiene il decimo pari stagionale, terzo di fila, e sale a quota 34, impossessandosi nuovamente dell’ottava piazza in solitaria.

(fonte foto: Modena F.C. 2018 – www.modenacalcio.com)

Salvatore Fratello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *