12 Luglio 2024

Stadium, giovedì da leoni al PalaSimoncelli: domani arriva la capolista (e imbattuta) San Donà

0

Stadium, domani arriva San Donà (foto Stadium Mirandola)

Un giovedì da leoni al PalaSimoncelli. Domani, 7 dicembre, in terra mirandolese approda la Personal Time San Donà (fischio d’inizio ore 20:30), altra imbattuta del campionato di Serie A3, con la Stadium Mirandola che proverà lo sgambetto ai veneti per riprendere a vincere e portare punti a casa.

Sui canali ufficiali della Stadium, la presentazione del match.

Nella passata stagione, i veneti si erano salvati all’ultima giornata dopo una severa sconfitta al PalaSimoncelli per 3-0. Quest’anno, San Donà ha deciso di non rischiare: il neo-ingaggiato Giannotti è a quota 196 punti in 9 partite.

Nove successi su nove partite: la fama della Personal Time San Donà la precede al loro ingresso al PalaSimoncelli: un opposto, Giannotti, attuale top scorer della categoria grazie ai 196 punti già messi a segno nelle prime nove giornate (per un totale di 36 set disputati): un passato da bandiera di Padova, dove gioca tra A1 e A2 dal 2010 e il 2017, per poi rimbalzare tra varie società del campionato cadetto e di A3, non disdegnando un’altra stagione nella massima serie con Vero Volley Monza. I centrali sono il riconfermato Trevisiol e il neo-entrato Guastamacchia (da DRL Belluno), gli schiacciatori sono l’ex Santa Croce Favaro e il triestino Umek, mentre il terzo riconfermato nello starting six è il libero Bassanello, che ritrova Giannotti dopo le stagioni giocate insieme in quel di Padova. L’orchestra sandonatese è condotta da Calogero Tulone, all’esordio nel girone bianco dopo le esperienze con Modica, Lecce e Ottaviano, oltre alla stagione in A2 disputata a Catania.
Nessuno fino ad ora in grado di contrastare i veneti, vincenti da 3 punti anche contro Belluno, Motta di Livenza e Acqui Terme.

Sei le partite nel mese di Dicembre per Stadium, che dopo lo scontro al PalaSimoncelli con San Donà tornerà in trasferta contro Moyashi Garlasco domenica 10, per poi accogliere, alle ore 21.00 il CUS Cagliari al PalaSimoncelli nella giornata di Sabato 16. Successivamente, nell’ultima settimana dell’anno, si gioca a Salsomaggiore per Santo Stefano e contro Savigliano per la prima del ritorno il 30 dicembre.

Nel pre-partita, ad analizzare la sfida con i veneti è stato coach Marcello Mescoli: “Penso che San Donà sia una delle squadre con il miglior gioco nel girone. È una squadra con del carattere, anche a Cagliari ha vinto tutti i set ai vantaggi, e diciamo che non temono quella situazione. Hanno un ottimo palleggiatore, secondo me uno dei migliori del campionato. Hanno un gioco molto rapido e un attacco molto efficace. Noi siamo in una situazione in cui non avremmo voluto essere, abbiamo preparato al meglio la partita. Non dirò che vinceremo sicuramente per rispetto di un avversario che ha dimostrato a più riprese il suo valore, ma l’obiettivo è quello. Venderemo cara la pelle”.

Così il vice Andrea Pinca: “È una delle formazioni più in forma. Hanno cambiato un po’ rispetto alla scorsa stagione e riescono ad esprimere un buon gioco con pochi errori. Guardando il nostro trend, con le squadre “forti” giochiamo sempre meglio, e dobbiamo sfoggiare un’ottima prestazione a pochi giorni dalla brutta partita con Sarroch per reagire subito, per poi giocare tre scontri diretti nelle ultime tre giornate con Garlasco, Cagliari e Salsomaggiore, e iniziare anche a fare punti fuori casa”.

L’ex di giornata sarà Elia Scita, schiacciatore gialloblu: “Al di là del risultato, che rimane comunque molto importante, per noi sarà fondamentale mettere in campo una buona prestazione. Dobbiamo rifarci della partita con Sarroch, dove abbiamo giocato una partita sottotono. È giusto che il nostro pubblico veda una bella pallavolo perché se lo merita, dobbiamo guardare nella nostra metà campo, concentrarci su quello che ci viene bene e cercare di sfruttare ogni occasione che avremo perché San Donà è una squadra organizzata, nonostante non sia tra i roster con i nomi più altisonanti del campionato. La presenza di Giannotti (compagno di Scita a Macerata) dà valore al sestetto: è un giocatore di altissima fascia, se non addirittura un fuori categoria. Insieme agli elementi più esperti ha creato una squadra di lavoratori. L’obiettivo sarà mettere in campo la miglior prestazione possibile”.

In chiusura, anche le parole del palleggiatore Davide Quartarone: “San Donà sta facendo un ottimo campionato. Sicuramente per essere primi devono avere qualcosa in più degli altri: hanno un bel gioco veloce e difendono molto. Sicuramente Giannotti (compagno di Quartarone a Bolzano) sta facendo la differenza nei momenti cruciali. Dopo il passo falso di Sarroch dobbiamo fare il quadro della situazione e spingere al massimo per muovere la classifica. Dobbiamo giocare una buona pallavolo e metterli in difficoltà, riprendendo il filo del gioco e sistemando le situazioni che non sono girate nel verso giusto in queste settimane”.

(fonte foto: Stadium Mirandola – www.stadiumpallavolo.it)

Salvatore Fratello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *