25 Giugno 2024

Sassuolo KO al “Dall’Ara”, Dionisi: “Sono il primo responsabile, ma pretendo di più da chi subentra. Non è più il momento di accompagnare i calciatori”

0

Dionisi, ufficiale l'esonero (foto US Sassuolo)

“Ci metto la faccia, sono il primo responsabile, ma pretendo di più da chi entra. Non è più il momento di accompagnare i calciatori”.

Nel post-partita del derby perso con il Bologna, parla il tecnico neroverde Alessio Dionisi: “Chi entra vuol dare una mano, sono tutti bravi ragazzi che lavorano in settimana, poi l’inconscio fa entrare con la testa un po’ piena, magari qualcuno pretende di giocare e in questo modo non giocherà mai. Dobbiamo capire che se prendiamo un gol, poi perdiamo, perché in questo momento non abbiamo la testa, c’è uno stadio che spinge l’altra squadra, quindi dobbiamo rimanere attaccati a tutte le situazioni: 60′ non bastano in Serie A, negli ultimi dieci volevamo fare ma non arrivavamo mai. Se sei lezioso e poco determinato in area avversaria, poi lo sei anche nella tua. Ora è finita: è finito il momento di accompagnare i calciatori”.

In chiusura, Dionisi parla dei cambi che non hanno funzionato: “Oggi mancavano dei titolari inamovibili, e noi siamo il Sassuolo, dobbiamo salvarci. Chi gioca dal 1′ non posso pretendere che giochi 90′ allo stesso livello, quindi mi aspetto lo stesso da chi entra: pretendo di più, ho fiducia in tutti, poi oggi ha giocato chi meritava di giocare, ma i cambi devono poi funzionare. A un certo punto è subentrata la stanchezza, proprio per questo i cambi devono funzionare; Lipani, così come gli altri ragazzi, sono stati coraggiosi. Qualcuno poi ha giocato con pesantezza, anziché giocare con la stessa motivazione di chi comincia la partita. Ci metto la faccia, sono il primo responsabile e non mi tiro indietro, anzi faccio un passo avanti: se non crediamo in noi stessi, poi gli altri ne approfittano, ed infatti oggi il Bologna ne ha approfittato, perché a un certo punto sembrava che faticasse a trovare la via del gol, poi gliel’abbiamo concessa noi. Mi fa rabbia anche il fatto che non ci siamo allungati, ma abbiamo concesso troppo”.

(fonte foto: U.S. Sassuolo Calcio – www.sassuolocalcio.it)

Salvatore Fratello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *