19 Maggio 2024

Dalla Sicilia al neroverde, Manuela Sciabica si racconta: “Sassuolo, ambiente ideale per crescere. Sogni? Diventare importante qui e in Nazionale”

0

Sassuolo Femminile, Manuela Sciabica si racconta (foto US Sassuolo)

“A Sassuolo c’è l’ambiente ideale per crescere, mister Piovani ha sempre creduto in me”. A parlare è Manuela Sciabica, attaccante del Sassuolo Femminile e match-winner della sfida con il Napoli, intervistata ieri dai canali ufficiali della FIGC Femminile, che ha parlato di come tutto è cominciato nella sua terra, la Sicilia, e del presente in maglia neroverde, oltre che dei sogni per il futuro.

La calciatrice classe 2006 racconta gli inizi a Favara, in provincia di Agrigento, la città in cui è cresciuta giocando a calcio prima in famiglia e poi al centro sportivo dello zio: “Ho iniziato a giocare per davvero a 6 anni, proprio al circolo, con una squadra di tutti ragazzi. Fino a 15 anni non ho mai avuto la possibilità di farlo in una squadra femminile, poi con l’arrivo del Sassuolo tutto è cambiato. Il primo contatto fu durante un raduno con la Rappresentativa, poi quando il Sassuolo mi ha chiamato per andare a fare un provino quasi non ci credevo. Non ci è voluto molto per dire di sì alla loro proposta”.

Oltre al Sassuolo, anche la Nazionale scommette su Manuela, ad oggi punto fisso dell’Under19 azzurra: “Siamo un grande gruppo. Vestire la maglia dell’Italia è sempre una sensazione straordinaria. Ma la convocazione non va mai data per scontata, bisogna lavorare sempre al massimo per meritarsela .Con Giada Pellegrino Cimò” – dice Sciabica, parlando della calciatrice palermitana, compagna di nazionale – “ci conosciamo da anni, abbiamo un bellissimo rapporto. Quando siamo insieme con l’Italia ci confrontiamo e aiutiamo a vicenda ed entrambe siamo felici del percorso che stiamo facendo. Con l’Under 19 speriamo di qualificarci alla fase finale dell’Europeo, siamo un grande gruppo, possiamo farcela”.

Il gol contro il Napoli è quello più recente, ma il primo è arrivato lo scorso anno, al 91′, contro la Juve: “Il gol con la Juventus è stato emozionante. Ha sviluppato su di me un’attenzione maggiore, ma mi ha anche permesso di acquisire fiducia. I record, però, mi interessano relativamente. Penso solo a lavorare e a migliorare. Sono fortunata, a Sassuolo c’è un ambiente ideale per crescere. Mister Piovani ha sempre creduto in me, i gol che ho fatto sono principalmente merito suo, perché mi ha voluto già quando avevo 15 anni, ho un bel rapporto con lui. Ora che faccio parte della prima squadra mi chiede sempre di osare di più, di provare più uno contro uno anche a rischio di commettere degli errori. Con lui ho capito che anche sbagliare è una chiave importante per crescere”.

L’attaccante neroverde racconta poi il rapporto con la compagna di squadra Lana Clelland, calciatrice scozzese che in passato è stata anche capocannoniere della A: “Lei è il mio punto di riferimento. Come si muove in campo, come gioca, come approccia mentalmente partite e allenamenti. È davvero una fonte d’ispirazione. Mi piacerebbe, un giorno, dire di aver avuto un briciolo della sua carriera. La cosa incredibile è che crede in me quasi più di quanto non faccia io stessa. Mi incita in continuazione, mi sprona a fare meglio, ad alzare la testa nei momenti difficili, a credere maggiormente nelle mie potenzialità, a fare sempre un passo in più. Ma non solo lei: tutte le grandi giocatrici in squadra, come Daniela Sabatino, si pongono in maniera positiva, cercando di aiutare noi giovani con tanti consigli. Abbiamo tanto da imparare da loro”.

Sui sogni nel cassetto, Sciabica dice: “Intanto, attraverso il lavoro quotidiano, risalire la classifica. A livello personale vorrei trovare continuità qui, diventando un giorno un punto di riferimento importante per la squadra. Poi c’è sempre la Nazionale. Con l’Under 19 vogliamo passare il Round 2 e andare all’Europeo, ma il sogno che tengo nel cassetto è la Nazionale maggiore e perché no, poter giocare un Mondiale”.

(fonte foto: U.S. Sassuolo – www.sassuolocalcio.it)

Salvatore Fratello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *