24 Maggio 2024

Modena, arriva la Feralpisalò. Bianco: “Trasformare la rabbia in voglia di vincere. Playoff? Voglio andarci, in questo club bisogna essere ambiziosi”

0

Le parole del tecnico alla vigilia (foto Modena FC)

“Domani l’unica idea del Modena dev’essere quella di vincere, dobbiamo trasformare la rabbia delle ultime tre giornate in voglia di vincere”.

Alla vigilia della sfida interna con la Feralpisalò, in casa Modena è tempo di conferenza pre-partita per mister Paolo Bianco: Non c’è pressione per domani, nè da parte mia nè della squadra, perché c’è la consapevolezza che possiamo giocarcela con chiunque. Abbiamo perso con la Cremonese, squadra forte, contro cui non avremmo meritato di perdere, venendo da sei risultati utili di fila: la rabbia per i risultati che non sono arrivati nelle ultime tre giornate dobbiamo trasformarla domani sul campo in voglia di vincere. Domani l’unica idea dev’essere quella di vincere, ma noi scendiamo sempre in campo con questa idea, il Modena non ha mai speculato sul gioco dell’avversario: il risultato pieno sarà l’unico che vogliamo ottenere, ma è ciò che abbiamo provato a fare in ogni partita”.

Sugli episodi, il tecnico foggiano dice: “Fortuna o qualcosa da sistemare? Non fa parte del mio lavoro considerare sfortuna o fortuna, penso che serva lavorare per i propri obiettivi. In questi mesi siamo migliorati come consapevolezza e prestazioni, anche rispetto al periodo iniziale, in cui vincevamo di più, ma dove forse ci mancava una certa esperienza, anche se pensiamo all’andata con la Feralpisalò, in cui abbiamo pareggiato concedendo gol nell’unica occasione concessa. Il non riuscire a vincere in superiorità numerica? Non c’è una motivazione, abbiamo lavorato durante le settimane sia sulle situazioni di inferiorità che quelle di superiorità numerica, poi c’è da dire che quando le squadre avversarie restano in dieci solo nel finale, è anche più difficile che si scoprano”.

Riguardo all’avversario di giornata, Bianco è cauto: La Feralpi è una squadra che ha tanti elementi che arrivano dalla Lega Pro, ma anche tanti con esperienza in categoria, se pensiamo a La Mantia, Ceppitelli, Letizia, oltre ad essere allenata da un tecnico che l’anno scorso si è salvato con il Verona in A, per cui ha un certo tipo di esperienza e sa cosa chiedere alla squadra. Anche con la Samp sono stati sfortunati, con lo Spezia hanno vinto meritatamente, per cui non mi aspetto una vittoria facile, anzi dovremo andare in campo con il giusto approccio e sono sicuro lo faremo, proprio visto quello che è successo con la Cremonese”.

Capitolo disponibili ed indisponibili: “Tremolada e Bozhanaj? Penalizzati un po’ da questo modulo, ma anche dal fatto che altri giocatori stiano meglio, ma saranno sempre utili al Modena. Strizzolo? Sono contento di averlo recuperato, anche per Gliozzi dobbiamo valutare da qui a domani, per fortuna si è fermato in tempo ed è a disposizione. Gli unici indisponibili saranno Gargiulo e Guarino. Ponsi? Per me è l’elemento più migliorato in questa stagione, può fare tutti i ruoli in difesa, quindi è in grado di darmi certezze anche come braccetto, oltre che come terzino”.

In chiusura, il tecnico parla dell’obiettivo stagionale: Io voglio andare ai playoff, punto a quello, e se uno ha ambizioni deve puntare al massimo, anche per i calciatori dev’essere uguale. Se poi non ci riusciremo, a fine anno si faranno insieme le valutazioni dovute: questa è una società che investe nel centro sportivo, quindi è una società ambiziosa, e tutti devono essere al pari di questa società, dall’allenatore a tutti i calciatori. Chi non è al livello giusto per questa società, è giusto che venga sostituito”.

(fonte foto: Modena F.C. 2018 – www.modenacalcio.com)

Salvatore Fratello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *