19 Maggio 2024

L'esultanza di Berardi (foto Ansa.it)

Un super Sassuolo si regala un’altra notte magica a San Siro. Al “Meazza” di Milano, i neroverdi stendono per 1-2 l’Inter, rimontando l’iniziale svantaggio (gol di Dumfries) del primo tempo, con le reti di Bajrami e Berardi nella ripresa.

Mister Dionisi schiera i suoi con il 4-2-3-1: tra i pali rientra Consigli, con Toljan, Erlic, Viti e Vina a comporre il pacchetto arretrato; in mediana, Matheus Henrique è affiancato da Boloca, mentre Berardi, Bajrami e Laurientè agiscono alle spalle della punta Pinamonti. Pronti, via e l’Inter va vicino al gol, con una conclusione di Barella che termina a lato di poco. Ritmi alti ma poche opportunità, al quarto d’ora si vedono i neroverdi, con Laurientè che non inquadra lo specchio. Al 33′ grossa opportunità per i padroni di casa: traversone di Dumfries, stacco di Thuram, palla alta di pochissimo. La risposta ospite è veemente, al 39′ Toljan impegna severamente Sommer, che deve deviare in corner un tiro diretto nello specchio; qualche istante più tardi, azione fotocopia del Sassuolo, stavolta Sommer respinge su Bajrami. Nel momento migliore dei ragazzi di mister Dionisi, l’Inter trova il vantaggio: Dumfries affronta Vina e, dopo una serie di finte, calcia nell’angolino lontano, dove Consigli non può arrivare. Dopo 4′ di recupero, si va a riposo sull’1-0.

Durante l’intervallo, Dionisi sostituisce Vina con Pedersen. L’avvio di ripresa è tutto a tinte neroverdi, al 52′ traversone di Berardi, stacca tutto solo Erlic, palla incredibilmente a lato. Due giri di lancette più tardi, Berardi imbuca per Bajrami, che calcia sul primo palo e beffa Sommer, non impeccabile nell’occasione, facendo 1-1. Entrano anche Tressoldi e Castillejo, fuori Viti e lo stesso Bajrami, autore del gol del pari. Minuto 63: Berardi riceve da Toljan, supera un avversario e, convergendo verso il centro del campo, prova uno splendido mancino a giro, che termina nell’angolino alla destra di Sommer, che può solo guardare il pallone terminare in rete. L’Inter prova a reagire, al 70′ Consigli chiude alla grande su Frattesi. Ancora due cambi nel finale, dopo un’azione convulsa in area neroverde, per Dionisi: dentro Defrel e Ferrari, fuori Pinamonti ed Erlic. All’88’ Sassuolo vicino al tris, scambio tra Berardi e Laurientè, con quest’ultimo che calcia a giro, trovando la grande parata di Sommer. Durante i 6′ di recupero, oltre ad una conclusione di Lautaro che termina fuori di un soffio, non accade altro: al triplice fischio sono i neroverdi a trionfare, conquistando la terza vittoria, seconda di fila, e salendo a quota 9 in classifica.

(foto Ansa – www.ansa.it)

Salvatore Fratello

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *